Facciamo finta di essere a marzo di quest’anno. Bisogna presentare le liste per le elezioni comunali a Cernusco. Il PDL è diviso, combattuto, soprattutto sull’opportunità di candidare Giuliano Mossini. 5 anni fa l’imprenditore cernuschese era corso da solo sotto i simboli della Nuova DC, poi confluita nel PDL dopo il predellino.

Ecco un trafiletto della Gazzetta della Martesana di marzo:

Premettendo che Mossini nulla c’entra con le inchieste oggi in atto e che non è legato a nessun reato, salta all’occhio che le persone che si sono attivate per la sua riammissione nelle liste non siano particolarmente felici di questi tempi:

Domenico Zambetti, assessore alla Casa in Regione, è stato recentemente arresto perchè avrebbe preso voti, 4.000, dall’ndrangheta alle ultime elezioni del 2010;
Sandro Sisler, è indagato per corruzione per fatti che risalgono a quando era assessore a Carate Brianza.

Ecco, i sostenitori politici di Giuliano Mossini sono proprio tristi, in questi giorni. Forse riderà un po’ Dino Lovato…

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *