Il decreto che cancella l’IMU e la sostituisce con la Service Tax (che sarà anche a carico degli affittuari, per dire) contiene una clausola nascosta.

Tutto nasce da un’idagine che scopre una maxi evasione fiscale da aprte delle società concessionarie della gestione delle slot machine, le macchinette mangia soldi che spopolano in tanti bar e che sembra impossibile bloccare, per il mancato collegamento delle slot machine alla rete da parte dei dieci concessionari autorizzati. Inizialmente viene calcolata una multa pari a 98 miliardi di euro. In primo grado le agenzien vengono condannate al pagamento di 2,5 miliardi di euro e si è in attesa dell’appello.

Il decreto legge di ieri stabilisce la cifra di 700 milioni di euro per la transazione e la chiusura del contenzioso. Meno dell’1% della cifra evasa, meno di un terzo di quello che la magistratura ritiene corretto che versino allo stato!

Questo è osceno, non Madame Bovary! (cit. Caparezza)

Tagged with:
 

5 Responses to Con l’IMU cancellata anche la multa ai concessionari di slot machine per evasione fiscale #noslot

  1. cristiano says:

    ma vaffanculooooooooooooo

  2. Giorgio pace says:

    Buonasera sig. codazzi, mi chiamo Giorgio Pace ho 50 anni scrivo da Perugia. Un mio caro amico di S. Marino mi ha mandato il suo link perch? mi interessa molto anzi vorrei cortesemente delle delucidazioni su quello che ha scritto riguardo alla cancellazione oltre che dell’imu anche le multe che riguardano le slot. Aspetto cortesemente Sue notizie e la saluto cordialmente. Giorgio Pace

  3. Nulla si crea, nulla si distrugge…vale anche per le tasse…

  4. […] Uno schifo che si somma al condono dell’evasione fiscale dei gestori di slot già previsto nel decreto di cancellazione dell’IMU […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *