Tra una settimana esatta si vota in Repubblica Dominicana per il rinnovo del presidente, parlamento e tutte le amministrazioni comunali. E’ la prima volta dal 1994 che le elezioni presidenziali e legislative tornano ad unificarsi dopo un lungo dibattito che 6 anni fa portò alla decisione di stabilire un mandato straordinariamente lungo di 6 anni per legislatori e amministratori.

Per provare a spiegare la situazione elettorale attuale, che ha visto rompersi alleanza storiche e formarsi di inedite, ho scritto un articolo per Termometro Politico, che vi invito a leggere.

201604040342512

In un solo giorno i cittadini dominicani voteranno per presidente, vicepresidente, 32 senatori, 190 deputati, 20 rappresentanti al Parlamento Centroamericano, 158 sindaci e vicesindaci e 1.164 consiglieri comunali, oltre a direttori e sindaci dei distretti comunali e delle sezioni rurali.

Tutto ciò porta a un sovrannumero di candidati se si pensa che i partiti riconosciuti e presenti sulla scheda elettorale sono 26.

I candidati alla Presidenza della Repubblica sono 8. Il presidente uscente, Danilo Medina, appare in 15 spazi sulla scheda elettorale, mentre il suo principale oppositore, Luis Abinader, in 5.

Danilo Medina (PLD) è stato eletto per la prima volta presidente 4 anni fa, nel 2012, dopo aver sconfitto il candidato del PRD Hipolito Medina, che, a sua volta, lo aveva battuto alle elezioni del 2000.

Leggi l’articolo completo su Termometro Politico

One Response to Tutto quello che c’è da sapere sulle elezioni in Repubblica Dominicana nel 2016

  1. […] in un clima, tutto sommato abbastanza tranquillo. Il presidente uscente Danilo Medina, 64 anni, puntava ad una riconferma già al primo turno con l’obiettivo di superare il 60% dei voti e, a scrutinio ancora in […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *