Era il 2008 quando Papa Benedetto XVI firmava la nomina di monsignor Józef Wesolowski alla carica di Nunzio Apostolico nella Repubblica Dominicana e delegato apostolico a Porto Rico e Haiti. In agosto, abbastanza a sorpresa era arrivata la sua destituzione, stavolta, dopo tante promozioni, non si è parlato di una promozione. Dal Vaticano non hanno fatto sapere quale sarebbe stata la nuova destinazione dell’alto prelato, anzi, il religioso, da qualche giorno, ha fatto perdere le proprie tracce, tant’è che il Cardinale di Santo Domingo ha dovuto ammettere di non sapere la sua ubicazione attuale.

Subito la stampa dominicana ha cercato di capire le motivazioni di questa inusuale destituzione. La pista più accreditata è quella che porta a fatti di pedofilia, infatti, ci sono testimoni che raccontano come, almeno in un’occasione, il nunzio apostolico si sia appartato in una stanza d’hotel con diversi ragazzi, mentre nella stanza accanto un altro prete polacco, ora fuggito in Polonia, faceva altrettanto. Un procedimento penale è in corso contro Alberto Gil, e uno potrebbe aprirsi contro Wesolowski dopo il servizio televisivo in cui Nuria (una sorta di Milena Gabanelli dominicana) sostiene di avere prove rispetto alla debolezza per l’alcool e all’uso di “tener “encuentros” con menores” nei pressi del lungo mare di Santo Domingo e a Juan Dolio.

Se così fosse si tratterebbe della prima, grande, azione concreta di Papa Bergoglio contro il clero che pratica, o copre, la pedofilia.

Aggiornamento 4 settembre 2013:
Arrivano le prime conferme, infatti, Listin Diario cita un monsignore dominicano che conferma che la destituzione è avvenuta appena un report sulle attività del prelato polacco è stato presentato al Papa.

Monseñor Agripino Núñez Collado reveló ayer que el nuncio apostólico, Józef Wesolowski, fue cancelado por el papa Francisco luego que el Vaticano recibiera un informe sobre las actividades sexuales que su embajador en República Dominicana practicaba con menores.

Aggiornamento 5 settembre 2013:

Secondo la Stampa il religioso si troverebbe in Vaticano in attesa di giudizio. Ma c’è da fidarsi da qualcuno che scrive per tutto il tempo Repubblica Domenicana con la “e” anzichè con la “i”?
Intanto in Repubblica Dominicana si è aperta un’indagine. Secondo il procuratore generale Brito la giustizia dominicana sarebbe competente in materia.

7 Responses to Papa Francesco destituisce nunzio apostolico in Repubblica Dominicana, pochi giorni dopo appaiono pesanti accuse di pedofilia

  1. vi says:

    Un segnale interessante, dopo anni di “insabbiamenti”
    Ciao
    v.

  2. […] giorni presso l’ex Sant’Uffizio con una condanna alla dimissione dallo stato clericale. Qui la notizia che avevo dato qualche mese fa dopo la denuncia della giornalista dominicana Nuria […]

  3. […] nominato per la Repubblica Dominicana, Porto Rico, Haiti, da papa Benedetto XVI nel 2008. La sua destituzione un anno fa, in pieno periodo estivo, aveva destato sospetti, poi svelati da un’inchiesta […]

  4. […] è accusato di aver pagato dei ragazzi adolescenti per fare sesso, mentre era nunzio vaticano nella Repubblica Dominicana tra il 2008 e il […]

  5. […] volte del caso di Jozef Wesolowski, già nunzio apostolico in Repubblica Dominicana e nei caraibi, sostituito da Papa Francesco per sospetti abusi sessuali. Era già stato ridotto allo stato laicale ed era agli […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *